I CD-R Audio ed il diritto d'autore.
This page created with Cool Page.  Click to get your own FREE copy of Cool Page!

La differenza esistente tra questi supporti e quelli per computer stà nel fatto che i CD-R Audio hanno i diritti d'autore prepagati.
Ciò significa che è legale detenerli (ed usarli) per uso personale, a condizione di avere la copia originale.
Quando si registra un CD-R Audio (con un CD-R recorder, NON con un masterizzatore per computer), viene inciso anche un codice digitale (SCMS: Serial Copy Management System), che identifica il CD come copia di prima generazione.
Tutte le copie effettuate da quel disco, saranno di seconda generazione e perciò illegali. Su di un CD-R Audio è possibile effettuare SOLO registrazioni digitali dirette di prima generazione.
Ovviamente un CD-R Audio vergine, costa più di un CD-R per computer (più del doppio), ma almeno si è a posto oltre che con la legge, anche con la coscienza....
Questi CD, si riconoscono per la già citata scritta "CD-R Audio" oppure "for music use only"; su di essi non è riportata la durata in MB (650 oppure 700), ma solo quella in minuti (60, 74 oppure 80).
Inoltre, in alcune marche, sotto al logo "Compact Disc digital audio" (presente su tutti i CD), è apposta la scritta "for consumer".
Troverete altre indicazioni e consigli alla sezione FAQ (domande e risposte).
Oppure
scrivetemi una e-mail, Vi risponderò al più presto!
ATTENZIONE!!
La copia, la vendita, il noleggio e la pubblica esecuzione di materiale coperto da copyright, è VIETATA!
In questo sito, NON sono presenti file protetti da diritti d'autore, ne è possibile in NESSUN MODO accedere a siti e/o link che illegalmente li contengono.
Quando è legale copiare un CD.
La nuova legge sul diritto d'autore, in vigore dall'aprile 2003, permette di copiare un CD originale regolarmente acquistato, purchè la copia sia fatta ESCLUSIVAMENTE PER USO PERSONALE e senza aggirare le eventuali protezioni     anti-copia digitale eventualmente presenti.
Tale copia deve essere utilizzata solamente dal propietario dell'opera originale e non deve cederla a nessuno neppure gratuitamente.
Non può essere quindi venduta, noleggiata, prestata od utilizzata per uso pubblico.

Chiunque venga trovato con CD palesemente copiati (senza contrassegno SIAE o simili), senza che riesca a dimostrare di possedere anche i CD originali, è passibile di una sanzione di 103 Euro per ogni CD "pirata" ed ovviamente al sequestro del materiale copiato.